Annunci
//
stai leggendo...
Manutenzione del sapere

La manutenzione del sapere e della cultura

Parafrasando il titolo del saggio di Martha C. Nussbaum La fragilità del bene (il Mulino, ed. 2011) vorrei far riflettere su uno sventurato campo della vita rappresentato dalla fragilità della cultura. Cosa si intende per fragilità della cultura? Facile a dirlo e a dimostrarlo: si tratta della sua mercificazione, del volerla considerare un bene (non comune) da usarsi per fare soldi. E’ facile dimostrare in questo tempo che la cultura non favorisce gli arricchimenti materiali, in quanto soggetta ormai più che alla tradizione, alle mode che dirottano le poche risorse disponibili verso oggetti e comportamenti aleatori, che dopo un primitivo flash, lasciano l’abbaglio negli occhi.

Cultura vuol dire non solo saperi ma modi di essere, di rispettare, di amare, di fare del bene.

La fragilità del bene è ormai appannaggio di una cultura che distrugge, che uccide le donne, che scatena le guerre e oscura tutto quello che non soddisfa e non fa quello che si desidera. A che serve parlare di etica, di rispetto, di amore a chi ormai non ha più orecchie per sentire?

La fragilità del bene è della cultura: una fortuna che si può dissolvere da un momento all’altro. Ovviamente la ricostruzione della cultura è lenta, inversi sono i tempi necessari per la sua distruzione. E’ come un bombardamento aereo: poche bombe distruggono quello che è stato costruito e conservato da secoli. Il tutto in pochi minuti. Senza appello.

Quando si perde un bene ci si accorge di quanto esso valeva troppo tardi, quando il danno è ormai fatto. Ma la banalità del bene (altro splendido titolo di Enrico Deaglio edito da Feltrinelli nel 1991) può a volte sorprendere e assumere quel coraggio necessario a ribellarsi alla barbarie e alla distruzione.

Nel frattempo che noi riflettiamo abbiamo pubblicato la nostra Grande guida. La banalità della proposta è nota: corsi suddivisi per aree tematiche, per curiosità e per competenze. Un contenitore che a prima vista può sembrare un’accozzaglia di  cose (di programmi). Tuttavia tutti noi sappiamo che non è così. Questo catalogo di corsi contiene circa 2000 proposte alcune “tradizionali” altre “innovative”. In parti tempo tra le proposte ce ne sono alcune che per il loro impianto non c’erano mai state. Mi soffermo prima di tutto sui corsi della Scuola di italiano (per gli stranieri). Questa scuola funziona grazie al bene messo in campo di insegnanti volontari ma anche alla grande apertura delle Comunità straniere che aderiscono alla diffusione delle conoscenze e delle culture. Altro punto su cui mi soffermo sono i corsi della sezione Upter english, svolti in lingua inglese e diretti a chi non parla l’italiano o capisce molto bene l’inglese. Infine, lo sport e il movimento quali basi per una mente sana.

La banalità della nostra proposta si oppone alla fragilità della cultura rafforzando l’idea che basta un pensiero lineare, un’etica e un amore verso gli altri per mettere in moto un cambiamento che possa renderci felici.

In questo modo la fortuna della cultura (intesa come evento che accade in quanto pieno di cose buone) è che esistono donne e uomini che ci credono e che non hanno bisogno di ricchezze effimere per stare bene. Queste persone sono i nostri docenti, i nostri collaboratori, i nostri iscritti, i quali tutti insieme fanno qualcosa che non è riproducibile e sfruttabile da altri.

Quest’anno è un anno di verità per il progetto dell’Upter, il che significa che se le nostre radici sono solide e le nostre idee aperte, allora quella manutenzione del sapere che noi da anni facciamo ha senso e costruirà il nostro futuro comune.

Annunci

Informazioni su Francesco Florenzano

Presidente dell'Unieda e dell'Upter Università popolare di Roma.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: