Annunci
//
stai leggendo...
Apprendimento continuo

Solo al Sud?

Il lancio del nuovo libro di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo “Se muore il sud”, pubblicato da Feltrinelli, promette di stupirci con il racconto della scandalosa gestione dei fondi della formazione professionale fatta nel Sud Italia. Di cosa ci si stupisce? Del fatto che in Sicilia ci siamo 1.600 enti privati accreditati dalla Regione con una autocertificazione? Che un corso per imparare a scrivere una e-mail sia dichiarato innovativo ? Che la Magistratura arresti gli autori materiali delle truffe e riconduca il loro operato ai decisori politici? Che la formazione professionale sia un guadagno certo per i formatori e gli enti erogatori e una, spesso, inutile, partecipazione per i frequentatori, i quali non troveranno mai un lavoro? Che la formazione professionale sia un ammortizzatore sociale non dichiarato? Ma è così anche buona parte della formazione universitaria. Tutte cose che sono note da troppi anni e che l’omertà dei collusi impedisce di affrontare. Leggerò il libro con attenzione e poi ne discuteremo, spero con gli autori.

Annunci

Informazioni su Francesco Florenzano

Presidente dell'Unieda e dell'Upter Università popolare di Roma.

Discussione

2 pensieri su “Solo al Sud?

  1. Egregio Professore, la vita è piena di eventi, segni e il suo nome mi ricordava un mio scritto.
    Non sono un giornalista ma ho scritto per 5 anni e oltre 100 pezzi per questo sito (pubblicaamministrazione.net) ora relegato allo scrivere di 1 sola persona (crisi o altro, non so). Ho pure altro blog oltre questo ormai di 3 anni, più legato ai pensieri cristiani (tentativo) http://www.paxvitae.wordpress.com. Le allego link del mio vecchio post con sua intervista fatta per email tramite sua segreteria romana. Io sono uno dei tanti lavoranti a non pagamento (volontariato), ma progetto innovazione sociale. Sono ancora lontano da pensione (58 anni) ma non dispero.
    Grazie dell’attenzione e buon lavoro.
    http://www.pubblicaamministrazione.net/infrastrutture-it/articoli/2506/p2/lanziano-e-il-mondo-dellict.html

    Pubblicato da agersocialslow | 26 novembre 2013, 12:09
    • Ricordo bene l’intervista e sono veramente grato per il link che mi ha inviato. Credo che siamo animati entrambi da un’etica che ci rende curiosi e fuori dal coro, per cui il nostro “lavoro non lavoro” oltre che a gratificarci sarà utile a chi ha ancora la speranza di cambiare, migliorandole, le cose. Nei prossimi giorni continuerò il mio studio e spero di produrre analisi sempre all’altezza delle aspettative. Cordialmente.

      Pubblicato da Francesco Florenzano | 26 novembre 2013, 21:22

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: