Annunci
//
stai leggendo...
Apprendimento continuo

Cultura per arricchire la personalità

Sempre più con il passare degli anni mi accorgo di quanto sia attuale il pensiero di Antonio Gramsci.  Morto 80 anni fa è passato il tempo di considerare Gramsci solo come capo di partito e fondatore de l’Unità. E’ tempo di considerarlo come un lucido e curioso osservatore di ogni espressione culturale dell’uomo del suo tempo. Il suo pensiero sempre coerente e prospettico, anticipatore, è stato considerato spesso come eretico e inusuale per la ricchezza delle analisi di cui fu capace e soprattutto per lo spaziare dei temi, frutto della sua curiosità ed intelligenza. Gli studi su Gramsci sono veramente tanti e non solo in Italia, che ha nella Fondazione Gramsci diretta da Giuseppe Vacca la custode e il centro di diffusione del suo pensiero, ma negli USA, che dedica molte cattedre universitarie al suo fecondo pensiero.

Gramsci nell’era della non Wikipedia già si poneva la questione del sapere e scriveva: “Bisogna disabituarsi e smettere di concepire la cultura come sapere enciclopedico, in cui l’uomo non è visto se non sotto forma di recipiente da empire e stivare di dati empirici; di fatti bruti e sconnessi che egli poi dovrà casellare nel suo cervello come nelle colonne di un dizionario per poter poi in ogni occasione rispondere ai vari stimoli del mondo esterno. Questa forma di cultura è veramente dannosa specialmente per il proletariato. Serve solo a creare degli spostati, della gente che crede di essere superiore al resto dell’umanità perché ha ammassato nella memoria una certa quantità di dati e di date, che snocciola ad ogni occasione per farne quasi una barriera fra sé e gli altri. (Socialismo e cultura, ne Il Grido del popolo, 29 gennaio 1916).

E continua sempre nello stesso articolo: “Lo studentucolo che sa un po’ di latino e di storia, l’avvocatuzzo che è riuscito a strappare uno straccetto di laurea alla svogliatezza e al lasciar passare dei professori crederanno di essere diversi e superiori anche al miglior operaio specializzato che adempie nella vita ad un compito ben preciso e indispensabile e che nella sua attività vale cento volte di piú di quanto gli altri valgano nella loro. Ma questa non è cultura, è pedanteria, non è intelligenza, ma intelletto, e contro di essa ben a ragione si reagisce”.
Perché “La cultura è una cosa ben diversa. È organizzazione, disciplina del proprio io interiore, è presa di possesso della propria personalità, è conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere il proprio valore storico, la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”

 C’è da rimanere attoniti nel leggere queste cose. Nel 1916, Gramsci aveva solo 25 anni (nato il 22 gennaio 1891 e morto il 27 aprile 1937) e come sappiamo non si era laureato e non era un mai diventato un giornalista professionista, anche se ha scritto più lui che 100 giornalisti attuali messi assieme.

Ed è pensando a lui che proponiamo anche quest’anno un ricco programma di corsi e di attività denominata “Università d’estate” sperando di non essere organici a quella classe sociale che domina e asserve un po’ tutti e soprattutto di non essere assimilati alle iniziative dell’Università popolare di Torino di inizio secolo XX alla quale dedica proprio in quegli anni un articolo critico. La nostra ambizione è di dare opportunità vere, di suscitare sempre più curiosità e soprattutto di rinforzare il ruolo della cultura nella crescita personale.

Buona estate a tutti.

Pubblicato come editoriale dell’Università d’estate dell’Upter 2017.

Annunci

Informazioni su Francesco Florenzano

Presidente dell'Unieda e dell'Upter Università popolare di Roma.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: